HomePageItalia 

Chi siamo...     Dalle missioni     Suor Paola     Progetti     Attività     Per contribuire...     Links utili     Riconoscimenti     Interventi Diretti 

    

 

ITALIA

 

  • Collaborazione, sostegno e aiuto con progetti mirati per necessità urgenti e per i Terremotati del Centro Italia. Spesa per una famiglia in difficoltà € 15.

    

 

2017

 

 

18 e 19 marzo

     

 Volontari Assopromi al Convento di Monterosso per ricordare suor Paola nel decimo anniversario della Sua partenza per il Cielo

 

 

 - le foto - 

 

 

27 febbraio, scrive Padre Renato

 

Carissima Ornella e Volontari Associazione Assopromi,


il mio breve scritto per dire con tutto il cuore un semplice ed umile GRAZIE per il cammino percorso insieme in questi anni che ci ha uniti fino ad ora nel nome del Signore, ci ha fatto fare qualcosa per i suoi figli poveri: i suoi prediletti.
Tutto per amore Suo, seppure nella nostra povertà d'animo e coi nostri limiti, ma a fare del bene nel Suo nome non si sbaglia mai.


La mia riconoscenza per avere sempre sostenuto anche il convento di Monterosso che a sua volta sostiene le missioni. Dalle bancarelle dei limoni liguri e delle mele valtellinesi al 5x1000 versato in parte a nostro favore per le spese enormi del muro del convento crollato per cause alluvionali.


Ultimamente mi avete aiutato con 5000 euro a sostenere 9 bambini terremotati orfani di papà o mamma o entrambi i genitori... situazioni drammatiche ed irreparabili! Siamo riusciti a far pervenire loro 4000 euro ciascuno.


Inoltre ultimamente 500 euro per Mons. Thomas in Eritrea e 200 euro per materiale didattico per una Scuola in Kenya.


Dio benedica il vostro servizio spesso marcato da sacrifici e fatiche non che di prove... ma è la conferma che si è sulla strada evangelica!


Avanti con coraggio!

Pace e bene
p. Renato Brenz Verca
 

  

21 febbraio, SERVIZIO SUL CONVENTO DI MONTEROSSO da TELEPACE - Chiavari -

"Si può dare di più" in occasione della Giornata Internazionale delle Guide

 

UNA BELLA INIZIATIVA

 

Le Guide d'Italia nella Giornata Internazionale appunto delle Guide han scelto la visita al convento di Monterosso. A segnalarci è stata Rita Giovannelli, Presidente delle Guide di Rieti attraverso la cui Associazione"Rieti da scoprire" ci siamo appoggiati per raccogliere con varie manifestazioni (amatriciane, concerti, donazioni e tanti eventi) fino a raggiungere ad oggi il tot. di 36mila euro già divisi e donati a 9 orfani terremotati. Rita era stata la nostra accompagnatrice prima del terremoto durante un pellegrinaggio nel reatino programmato dal convento di Monterosso l'estate scorsa:  meravigliose, significative ed intense le visite a Norcia, Cascia, RoccaSinibalda passando per Amatrice e Castelluccio -

 

Grazie a tutti coloro che han reso possibile tale gesto di solidarietà, pace e bene p. Renato

 

"L'amore non avrà mai fine" - (S.Paolo: Inno alla carità 1Cor,13)

 DIO VI BENEDICA!

 

Cliccate qui sopra! e spendetevi 20 minuti…
 

https://youtu.be/Zz9FeXU22H8

 

Domenica la visita al convento con circa 90 persone ha visto una raccolta di 665.50 euro per gli orfani terremotati (offerte già arrivati a destinazione )
anche in 
 Ripariamo il paradiso di Monterosso troverete tutta la cronistoria di questo percorso di solidarietà, ma "SI PUO' DARE DI PIU’"

 

 

2016

 

 

31 Agosto 2016

Gent.ma Ornella,

 

desideriamo manifestare la nostra gratitudine per averci contattati ed aver dimostrato grande vicinanza e solidarietà attraverso i progetti che intendete realizzare inserendo prodotti tipici del nostro territorio.

 

Come avrete appreso da tutti i telegiornali, comuni come Amatrice, Accumuli, Pescara ed Arquata del Tronto sono stati completamente distrutti dal terremoto, portando via con sé centinaia di persone in pochissimi istanti.

 

Anche la nostra splendida città di Norcia, epicentro della seconda violenta scossa, è stata vittima di questo terribile evento.

Sono stati momenti di grande terrore, difficili da superare e da dimenticare, soprattutto quando si viene colpiti nel pieno della notte all'interno di quelle che consideriamo le nostre dimore più sicure.

 

Fortunatamente a Norcia non si sono registrati né morti né feriti, ma le ripetute scosse sismiche hanno provocato danni materiali a diverse costruzioni, qualcuno anche di importante entità, motivo per cui sono state disposte delle tendopoli per ospitare tutte quelle famiglie le cui case sono state dichiarate inagibili.

 

Nonostante sia difficile riprendere la vita di tutti i giorni, siamo pronti ad affrontare la nuova campagna, fiduciosi in una buona e rapida ripresa, grazie anche a tutti coloro che come Voi ci stanno aiutando e ci danno la forza di credere ancora in un prosperoso futuro.

Cordiali Saluti.

 

Benedetta Coccia 

Sapori di Norcia s.r.l.  

 

 

 (leggi tutto)

 

 

 Sabato e domenica, 8 e 9 ottobre

 

 

Da sinistra: Paola, moglie del Vigile del fuoco Mauro, Mauro, Ornella, Rita di Rieti che abbiamo

conosciuto nell'ultimo pellegrinaggio nelle zone terremotate e Sandro, il medico di Leonessa

 

- guarda tutte le foto -

    

Esperienza indimenticabile!

 

31 Agosto 2016

Gent.ma Ornella,

 

desideriamo manifestare la nostra gratitudine per averci contattati ed aver dimostrato grande vicinanza e solidarietà attraverso i progetti che intendete realizzare inserendo prodotti tipici del nostro territorio.

 

Come avrete appreso da tutti i telegiornali, comuni come Amatrice, Accumuli, Pescara ed Arquata del Tronto sono stati completamente distrutti dal terremoto, portando via con sé centinaia di persone in pochissimi istanti.

 

Anche la nostra splendida città di Norcia, epicentro della seconda violenta scossa, è stata vittima di questo terribile evento.

Sono stati momenti di grande terrore, difficili da superare e da dimenticare, soprattutto quando si viene colpiti nel pieno della notte all'interno di quelle che consideriamo le nostre dimore più sicure.

 

Fortunatamente a Norcia non si sono registrati né morti né feriti, ma le ripetute scosse sismiche hanno provocato danni materiali a diverse costruzioni, qualcuno anche di importante entità, motivo per cui sono state disposte delle tendopoli per ospitare tutte quelle famiglie le cui case sono state dichiarate inagibili.

 

Nonostante sia difficile riprendere la vita di tutti i giorni, siamo pronti ad affrontare la nuova campagna, fiduciosi in una buona e rapida ripresa, grazie anche a tutti coloro che come Voi ci stanno aiutando e ci danno la forza di credere ancora in un prosperoso futuro.

Cordiali Saluti.

 

Benedetta Coccia 

Sapori di Norcia s.r.l.  

 

 

 Agosto

 

SOLIDARIETA' PER I TERREMOTATI

 

Anche la nostra Associazione è accanto alle popolazioni colpite dal terremoto che piangono e soffrono con dignità questa tragedia. Condivido pienamente la lettera ricevuta da Padre Renato perché con Lui e tanti amici abbiamo percorso quelle strade e ammirato tante bellezze che ora rivediamo in TV drammaticamente irriconoscibili. Anche noi vogliamo aiutare, nel nostro piccolo, a ridonare speranza e un po' di coraggio per continuare a vivere (Ornella).

 

 

Così scrive Padre Renato:

 

Siamo tutti sgomenti per il terremoto che ha colpito il centro Italia.
Lo scorso giugno il convento organizzò un bel pellegrinaggio proprio in quei luoghi... Avevamo ancora negli occhi e nel cuore la bellezza e la spiritualità del nostro Belpaese. Ed ora è tragedia, morte, distruzione.
Siamo in continuo contatto con la nostra guida Rita Giovannelli di Rieti che con grande passione e competenza culturale e spirituale ci aveva con orgoglio fatto innamorare della sua terra e di tutti i paesi della zona. Subito i pellegrini spontaneamente toccati da tale catastrofe hanno chiesto di effettuare una colletta di solidarietà. Così abbiamo chiesto appoggio a Rita che ha messo a disposizione il conto corrente dell'Associazione Culturale "Rieti da scoprire" a cui appartiene. È assicurata la fiducia e la serietà. Tutte le offerte che raccoglieremo saranno devolute a qualche struttura che nel frattempo ci indicherà il Sindaco di Amatrice: scuola, sanità, asilo .... qualcosa che potrà accendere di nuovo la speranza soprattutto per i giovani.

Naturalmente chiunque è invitato a inviare la propria offerta e a chiedere ai suoi amici di fare altrettanto. E già da ora vi ringraziamo per questo grande gesto di generosità.
La nostra solidarietà è stata da subito preghiera per infondere coraggio e speranza in questi nostri fratelli.

L'offerta può essere fatta sul seguente conto corrente
Beneficiario: Rieti da scoprire
C/C: N° 253 - BCCR agenzia di Rieti
IBAN: IT16X08327 14600 000000000253
indicando come causale: TERREMOTO

 

L'offerta può essere fatta anche tramite ASSOPROMI intestando il versamento a:

ASSOPROMI-onlus

BANCO di DESIO e della BRIANZA

c/c n° 000000194000
CIN. T  ABI 03440  CAB 20100 

IBAN: IT 38 T 03440 20100 000000194000

con causale: aiuto ai Terremotati

Le offerte sono deducibili

 

 

TORNIAMO A FAR PARLARE DEL CONVENTO DI MONTEROSSO

 

Posso chiedere questo favore? Torniamo a far parlare del Convento di Monterosso... Vogliamo tentare  anche questa possibilità !
Vincerà qualche migliaia di euro (non si sa quanto) chi avrà accumulato più mail !

Mandare una mail è meno faticoso che raccoglire le firme FAI ... grazie di cuore se diffonderete la richiesta e farete diffondere quanto sotto

p. Renato

 

Fino al 31 maggio 2016 tutti potranno segnalare all'indirizzo mail bellezza@governo.it  (e fra.renato@tiscali.it x un resoconto) un luogo da recuperare, ristrutturare per il bene della collettività. Il Governo mette a disposizione 150 milioni di euro per i beni selezionati. Aiutaci a far parte di questo elenco!

Ti invitiamo a mandare una mail e a chiedere ai tuoi amici di fare lo stesso facendo copia incolla di oggetto e testo mail come qui sotto

 

OGGETTO DELLA MAIL:

Passeggiata pubblica e muri di cinta del Convento dei Cappuccini di Monterosso al Mare

 

TESTO DELLA MAIL:

Segnalo i muri perimetrali di cinta - lungo la passeggiata pubblica a mare - del Convento dei Cappuccini di Monterosso al Mare (SP) interessato da episodi franosi della collina su cui poggia che lo mettono in grave pericolo. Il Convento è risultato il 1° classificato in Italia nell’ultimo censimento “I luoghi del cuore” del FAI ricevendo n. 110.341 segnalazioni. Tutto ciò a testimonianza dell’affetto di una grande comunità di persone nei confronti di un angolo di paradiso in cui convivono da 400 anni pace e bellezza dell’arte e della natura. Lì si condividono amicizia e spiritualità, anche se il luogo è attualmente interessato da episodi franosi del terreno circostante che lo mettono in grave pericolo.    

 

 

 

 

2015

   

 Auguri per S. Natale

 

  

 

Lunedì 30 novembre abbiamo vissuto a distanza la commovente visita di Padre Renato alla Scuola Pequena Belen di Peralvillo in Perù, dove era Missionaria Suor Paola. In questa circostanza, Padre Renato ha incontrato i 380 Bambini che ogni anno l’Associazione aiuta, le Insegnanti e le Suore, concelebrando una S. Messa per tutti i Benefattori e ricordando Suor Paola che tanto ha amato il Perù e ha voluto quella Scuola per allontanare dai pericoli della strada i Bambini e per garantire loro un futuro sereno. COMMOSSI E RICONOSCENTI DICIAMO: GRAZIE PADRE RENATO!!!

 

 - foto e video -

 

Padre Renato condivide la sua emozionante esperienza... (continua a leggere)

 

 

14 giugno 2015

 

"Fate questo in memoria di Me"

In festa per il 25° di Sacerdozio di Padre Renato

 

 

 foto e ringraziamento di fra Renato Brenz Verca

 

 

m@il 2 aprile 2015

Con i migliori auguri per una serena santa Pasqua , pace e bene p. Renato

 

Sentiremo i brividi della Pasqua
Solo quando avremo taciuto noi,
Dio potrà parlare.
Comunicherà a noi
solo sulle sabbie del deserto.
Nel silenzio maturano
le grandi cose della vita:
la conversione, l’amore, il sacrificio.
Quando il sole si eclissa pure per noi,
e il Cielo non risponde al nostro grido,
e la terra rimbomba cava sotto i passi,
e la paura dell’abbandono
rischia di farci disperare,
Restaci accanto in quel momento,
rompi pure il silenzio:
per dirci parole d’amore.
E sentiremo i brividi della Pasqua!

Mons. Tonino Bello

 

 

 

  22 marzo 2015

 12 marzo 2015

Pace e bene a tutti.

Ecco il volantino delle Giornate FAI di Primavera.
Dobbiamo aprire il convento alla visite per l'occasione nazionale del 1° posto raggiunto.
A gruppi turnati con la presenza di frati e di guide appositamente preparate ci sarà la visita di tutto il convento con il racconto della sua storia inserita in quella del paese di Monterosso.
Per l'occasione sarà un bel concerto gregoriano e la s. messa cantata dalla corale parrocchiale. (Vedi allegato)

Vi aspettiamo numerosi.
p. Renato e i frati cappuccini
 

 

 

18 febbraio 2015

 

 Insieme in tanti e il sogno si avvera. Il Convento di Monterosso primo classificato.

Grazie a tutti con la Benedizione di San Francesco

 

 

 

 

2014

 

    3 settembre 2014 


 Convento di Monterosso 3° classificato FAI a livello nazionale! Coraggio dobbiamo mettercela tutta!

GRAZIE A TUTTI PER TUTTO !

 

Con grande fatica , gioia e soddisfazione per ora siamo 3° classificati a livello nazionale coi voti raccolti FAI.
Dobbiamo crescere di posizione nella gara a livello di tanti altri luoghi d'Italia!  Dobbiamo incentivare la raccolta voti in paese e sul territorio ed ovunque! Spesso purtroppo c'è indifferenza e sospetto quando per strada coi volontari chiediamo il voto. Spero che questo traguardo i monterossini si attivino un po' di più visto le migliaia di turisti che passano ogni giorno in paese. Dovremmo davvero in base a questa statistica di visitatori  approfittarne per vincere! Ne ricava lustro il paese in tutto e per tutti. Se così avvenisse il FAI ne parlerà per giorni di Monterosso su Stampa e TV nazionali. Il Convento, che con la sua chiesa è Monumento storico di Monterosso dove a centinaia di turisti fanno visita ogni giorno, potrebbe con l'aiuto del FAI chiedere dei contributi per i pagamenti del muraglione caduto l'anno scorso che ora si presenta  terminato strutturalemnte, ma mancano ancora moltissimi soldi per il saldo. Inoltre dal disastro ci sono ancora altre brutte e pericolosissime crepe che minacciano l'angolo verso la  via delle Agavi, una delle passeggiate più suggestive del paese; è ancora chiusa , in zona statua s. Francesco dove i turisti riprendono le foto più panoramiche offerte dalla natura. Se il muro cedesse sarebbe un altro disastro, questa volta annunciato!

Grazie, pace e bene p. Renato

 

 

15 giugno 2014

 

VOTIAMO IL CONVENTO DEI FRATI CAPPUCCINI DI MONTEROSSO AL MARE ... CI PUOI DARE UN GRANDE AIUTO CON IL TUO VOTO E FACENDO GIRARE!

 

E’ partita la campagna FAI per la segnalazione di un luogo del cuore che desideri venga tutelato ed aiutato. Salire la classifica è molto dura: ci serve in modo particolare il tuo aiuto e quello dei tuoi numerosi amici.


Collegati alla seguente pagina dedicata al Convento di Monterosso sul portale dei luoghi del cuore:

http://iluoghidelcuore.it/luoghi/la-spezia/monterosso-al-mare/convento-dei-frati-cappuccini/28266

 

Sulla destra trovi il pulsante VOTA, puoi accedere direttamente con il tuo account facebook e votare!
 
Oppure se lo consigli a qualcuno che non è su facebook, non ci sono problemi: basterà cliccare che non è ancora registrato; inserire i semplici dati richiesti: la mail e una password qualsiasi che si può decidere al momento.. dopo di che si può dare il voto. 

Importante è però che tu poi giri questa notizia e faccia fare la stessa cosa anche agli amici e conoscenti, non solo chiedendogli di farlo, ma verificando che l’abbiano fatto a loro volta e che lo dicano ai loro amici: una vera catena!
Dai aiutateci, ne abbiamo tanto bisogno!!!!!!! Grazie di cuore

ps se ci vuoi aiutare nella campagna anche in altro modo contattaci a conventomonterosso@gmail.com
ti spiegheremo come darci una mano

 

seguici su Facebook: "Ripariamo il Paradiso di Monterosso"  

 

 

11 maggio 2014

AUGURI A TUTTE LE MAMME, QUELLE ANCORA TRA NOI, E QUELLE CHE CI PROTEGGONO DAL CIELO . . .
Un ricordo e una preghiera Pace e bene p. Renato

Per tutte le mamme

Il Vangelo secondo Jonathan

Gesù, voglio pregarti per le mamme:
quelle che stringono tra le braccia il loro primo bambino;
le mamme che accompagnano i figli a scuola, al catechismo, al nuoto;
le mamme ricche e le mamme povere;
le mamme giovani e le mamme vecchie;
le mamme dei missionari;
le mamme dei carcerati;
le mamme che gioiscono per i figli sani e
e quelle che piangono per i figli malati;
le mamme felici e quelle infelici;
le mamme che vivono,
le mamme che invecchiano,
le mamme che muoiono.

Un abbraccio fraterno.
In Corde Matris.
p. Renato

 

7 maggio 2014

E non possono non tornarmi alla memoria le parole di Enzo Bianchi nel libro Il pane di ieri:


il gratuito accanto all’essenziale, il dono accanto al necessario, la gioia accanto alla sostanza: il pane fa vivere, il vino dà gusto alla vita; il pane ritempra le forze, il vino rallegra il cuore; il pane fa corpo con il lavoro, il vino ne addolcisce le fatiche.
 
ed io aggiungo... l'amore ridona dignità
 
p. Renato

 

 

da Padre Renato, Auguri di Pasqua (13-04-2014)

 

 

 

TUTTE le foto del concerto a Bollate

 

Servizio sul Concerto di frate Alessandro

 

  • lunedì 7 aprile, ore 21 - Chiesa parrocchiale San Martino, Piazza della Chiesa, Bollate (MI)

leggi tutto

 

BOLLATE HA VISSUTO UNA SERATA SPECIALE e ha avuto l'onore di accogliere Frate Alessandro di Assisi, Tiziana Cisternino soprano del coro della Scala, Luca Pavanati Direttore di orchestra, di coro, pianista, arrangiatore e docente di musica. Carla They, arpista e collaboratrice di numerosi spettacoli e il Coro Polifonico "San Michele" di Oreno con 44 coristi.
Padre Renato ci ha subito emozionati per le toccanti parole che ha comunicato ai presenti. Ha voluto ricordare tutti i Missionari del Mondo in particolare Suor Paola che è vissuta ad Ospiate ed è morta in Perù e il piccolo Davide Grillo di 7 anni di Bollate che è volato in Cielo e da Lassù sta aiutando tanti bambini malati e bisognosi di cure. Non è solo il "muro del Convento" ad aver bisogno di aiuto ma tanti bambini Poveri dei quali nessuno parla... Dal Convento parte una catena di Amore e di condivisione che dura da anni. Padre Renato ha ricordato i giovani di Bollate che ha conosciuto al Centro Missionario di Milano, le persone di Bollate che lo hanno aiutato durante l'alluvione di Monterosso, l'Assopromi che lavora con Lui e ha preparato per la serata un segnalibro ricordo. Oltre 1000 persone (e tante non hanno trovato posto a sedere) hanno ascoltato con commozione, ammirazione, gioia e serenità quei canti che diventavano Preghiera per la partecipazione sentita del frate tenore, del soprano e del coro oltre che dai brani spirituali d'introduzione alle parti dell'attore Matteo Bonanni. In diversi momenti le lacrime hanno bagnato gli occhi e il cuore ha saputo vivere una situazione quasi irreale. Gli applausi sono stati forti e prolungati, segno che ciascuno voleva dire in quel modo il suo "grazie" e la sua riconoscenza per "quel Dono inaspettato" superiore ad ogni previsione. Padre Renato ha definito la serata "un anticipo di Paradiso" e Frate Alessandro salutandoci ha detto di trasmettere a tutti la serenità e la gioia che proprio Lui, con la voce e il sorriso ha trasmesso a noi. GRAZIE PADRE RENATO PERCHE' CI HAI VOLUTI COLLABORATORI DI QUESTA SERATA MA SOPRATTUTTO PERCHE' IN QUESTA OCCASIONE UNICA, HAI PENSATO DI FARE UN REGALO GRANDIOSO ALLA NOSTRA CITTA'.

  

 

- le foto -

Milena è arrivata da Sondrio per ascoltare Frate Alessandro e fare una foto con Lui... 

 

 

scrive Padre Renato, e-m@il 21 marzo 2014

 

21 MARZO 2013 – 21 MARZO 2014

Una nuova primavera per il Convento dei Cappuccini di Monterosso al Mare

 

leggi tutto...

 

 

Sostieni il muro con il 5x1000 tramite

Associazione Assopromi - onlus : Codice Fiscale 13009540157

 

 

 

dalle zone terremotate

11 gennaio 2014

Auguri e notizie dal Centro La Lucciola

Gentilissimi,

 

colgo l’occasione dell’inizio di un nuovo anno per inviarvi gli auguri di Buon 2014 (sono un po’ in ritardo, ma fra fine ed inizio anno siamo stati molto  impegnati) e per raccontarvi come prosegue l’attività della Lucciola.

Nel 2013 dopo la grande fatica dei mesi invernali, quando la pioggia e la neve ci hanno causato grandi difficoltà, l’arrivo della primavera e poi dell’estate e l’autunno poco piovoso ci hanno permesso di lavorare con più tranquillità.

Nei primi mesi dell’anno avevamo avviato alcuni lavori di bonifica del terreno intorno ai prefabbricati, in attesa di capire i tempi della ricostruzione.

Avendo poi capito che i tempi sarebbero stati molto lunghi (si è calcolato ora 3-4 anni, molto superiori alle previsioni iniziali) si è deciso di proseguire i lavori di bonifica, di consolidare le casette ed i container, di migliorare gli arredi interni, di costruire un nuovo prefabbricato per ospitare una sala grande che possa contenere in uno spazio sufficientemente ampio tutti i ragazzi.

Alcuni che presentano fobie al contatto con gli altri e quelli che presentano esplosioni improvvise di aggressività potranno partecipare al gruppo mantenendo una giusta distanza dagli altri. Le attuali dimensioni degli ambienti, infatti, non consentono le interazioni di tutto il gruppo.

 

In questi giorni, secondo quanto previsto dalle normative vigenti, è in corso di presentazione la domanda alla Regione Emilia-Romagna per la ricostruzione del Centro.

 

Grazie ancora a tutti Voi per l’aiuto economico che ci avete dato, aiuto che ci permette di proseguire l’opera e di affrontare il lungo cammino ancora necessario prima di  poter rientrare negli edifici lesionati dal sisma.

 

Con affetto e rinnovando i nostri migliori Auguri

Emma Lamacchia

vedi anno 2013

 

 

2013

 

scrive Padre Renato, e-m@il 25 ottobre 2013

 

 

25 OTTOBRE 2011: L'ALLUVIONE A MONTEROSSO!


"Oggi: memoria della terribile alluvione del 25 ottobre 2011 le ferite nell'anima son ancora aperte.
Monterosso e Vernazza ricordano quei tragici eventi coi i loro morti depongono fiori in paese là dove la veemenza dell'acqua e del fango hanno portato via i loro cari cittadini, pregano insieme e si incontrano in mare a metà percorso di fronte ai paesi in un solo abbraccio di solidarietà. Gli sguardi ed i cuori oggi in paese son mesti, c'è voglia di silenzio! Per quanto ci si interroghi sul mistero della vita e della morte si prova a toccare il mistero di Dio. E per quanto si prova, si può contemplare solamente con gli occhi liberati dal fango ossia con gli occhi della speranza e della fede, con l'amore del cuore e con le mani dell'umiltà. Se no tutto è assurdo!"

Pace e bene p. Renato
 

  

 domenica 20 ottobre 2013

 

Grazie mille come al solito per tutte le vostre attenzioni e buona giornata missionaria mondiale. Prego per tutti voi, silenziosi missionari dietro le quinte... senza persone come voi, coloro che son in prima linea ad annunciare  e testimoniare la parola di Dio e portare avanti la promozione umana potrebbero fare poco o nulla. Un ricordo oggi per la cara sr. Paola e tutti coloro che dal cielo continuano la missione in modo differente e speciale... pace e bene p. Renato

 

  

 domenica 22 settembre 2013

  

Avvenire

 

 

Aiutaci a salvare il Paradiso di Monterosso

 

   

16 agosto 2013

Ecco i numeri estratti dalla sottoscrizione a premi SALVIAMO IL CONVENTO DI MONTEROSSO:

  

   https://www.facebook.com/photo.php?fbid=210591742436622&set=a.210379279124535.1073741866.159283500900780&type=1&theater

   

 

 14 luglio 2013

 Corriere della sera  

Libero

 

   

scrive Padre Renato, e-m@il 23 maggio 2013

 

... non ho parole per il Vs bene ! Salutate tutti e ringraziate tutti per le offerte, con affetto sempre nel mio cuore in compagnia di Gesù.
P. Renato  pace e bene

 

Un sussidio di preghiera e riflessione per l'Anno della Fede

 

Noi possiamo camminare quanto vogliamo,

noi possiamo edificare tante cose,

ma se non confessiamo Gesù Cristo, la cosa non va.

Diventeremo una ONG assistenziale, ma non la Chiesa, Sposa del Signore.

Quando non si cammina, ci si ferma.

Quando non si edifica sulle pietre cosa succede?

Succede quello che succede ai bambini sulla spiaggia quando fanno dei palazzi di sabbia,
tutto viene giù, è senza consistenza.
    

   

Papa Francesco I, 14 marzo 2013

 

 

     

 

dal 20 maggio al Centro Assopromi!

 

 

scrive Padre Renato, e-m@il 13 maggio 2013

Carissimi tutti amici, sacerdoti e gruppi vari,

 

vi chiedo perdono se solo ora con un clik mando i ringraziamenti più sentiti e commossi in modo forse impersonale, ma davvero son molto preso per il da farsi e mi scuserete certamente perchè so che mi capite.
Non ho parole per esprimere la mia gratitudine per quanto avete inviato ed avete allargato la questua per aiutare il Convento di Monterosso per il grave problema della frana. Vi prego di ringraziare tutti coloro che personalmente non posso raggiungere.
Abbiamo iniziato a fare qualcosa. La stagione è ormai arrivata e la strada va liberata al più presto per il passaggio dei mezzi per rifornire alberghi ristoranti, far transitare taxi, ambulanza ecc. Le istituzioni non hanno fondi, ma tramite la Provvidenza, che si alza prima del sole e forse non va nemmeno a letto, essa ha i vostri volti, le vostre mani, il vostro cuore! Serve ancora molto, ma son fiducioso che Lei poco per volta ci aiuterà!
Mi fido della "matematica" di Dio...( vedi allegato ) più che delle istituzioni!
Pace  e bene con affetto ed immensa riconoscenza. Dio vi benedica! p. Renato

 

 

domenica 12 maggio, da Monterosso scrive Fra Renato:

 

ecco il servizio di oggi 12 maggio al tg 2 delle ore 13 al minuto 26

 

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-3d99f97c-6f44-48cb-8733-f00d06a57906-tg2.html#p=

  

 

12 Aprile 2013

 

 

 

 

CARISSIMI TUTTI DELL'ASS. ASSOPROMI,

 
COMMOSSO DELLA VOSTRA PREOCCUPAZIONE  E VICINANZA  RINGRAZIO ED ABBRACCIO TUTTI.
NON DOBBIAMO ESSERE TRISTI, MA GUARDARE AVANTI CON FIDUCIA NELLA VITA!

 
S. FRANCESCO VI BENEDICA!  Pace e bene  P. Renato

 

La strada ti venga sempre dinanzi,

e il vento soffi alle tue spalle

e la rugiada bagni l'erba

su cui poggi i passi.

 

E il sorriso brilli sul tuo volto

e il Cielo ti copra di benedizioni.

 

Possa una mano amica

tergere le tue lacrime

nel momento del dolore.

 

Possa il Signore Iddio

tenerti sul palmo della mano

fino al nostro prossimo incontro

 

(Antica benedizione gaelica)  

30 marzo 2013

 

 

 

Auguri da Monterosso: un convento da salvare

 

da Padre Renato, e-m@il 27 marzo 2013

Carissimi,

 

la maggior parte di amici e conoscenti è al corrente del disastro che la notte del 21 marzo ha sfregiato il cosiddetto "paradiso dei frati"al Convento di Monterosso. Verso le 24.45 ha ceduto il terreno del nostro magnifico orto spingendo la terra, inzuppatissima per le forti ed abbondanti piogge, fino a far cedere e spanciare l'alto grande muro di basamento: in quel modo è caduto un quarto di orto trascinando 30 metri di muro di cinta soprastante! Tutto è caduto verso il mare rompendo il Sentiero delle Agavi sottostante, rovinando la strada comunale, l'imbocco della galleria e rompendo il Monumento ai Marinai adiacente. Credo fermamente che s. Francesco e la Madonna della Pietà  collocati appena lì sopra abbian fatto sì che non accadesse durante il giorno quando passa tanta gente, le auto ed i bambini della scuola, provocando l'irreparabile.

Molti mi stanno chiedendo notizie. Grazie che avete rispettato il silenzio telefonico perchè son molto preso a coordinare l'emergenza della prima messa in sicurezza. Sento comunque la vostra importante vicinanza. Grazie.

Ho comperato a La Spezia 7 container da collocare sulla strada lungomare liberata, come continuazione della galleria, così che aprendoli dalla parte del lato chiuso ed unendoli uno dopo l'altro si permetta di creare un bunker di sicurezza illuminato per far passare la gente del paese  diviso dalla frana e l'afflusso dei turisti dei prossimi giorni, nei quali infatti si apre la stagione. Sopra ci sarà una paratia per maggior sicurezza ed evitare paura se cadesse qualche sasso provocando rumore sul ferro. Inoltre ci saranno dei sensori che indicheranno allarme nel caso di necessità. E' davvero un disastro!  Non ci voleva ! Forse ora dalle foto potrete capire meglio! L'ultima stima danni e lavori è di 500 mila euro a carico dei frati... non so davvero come faremo...

Sento che s. Francesco mi ripete le stesse parole che il Signore gli disse "Va e ripara la mia casa, che come vedi è in rovina..." E' appunto già quello che stavo facendo sia materialmente che spiritualmente... ma Papa Francesco ci dice di non perdere mai la Speranza e la Gioia! Di salvaguardare la Bellezza del Creato! Mi rimetto alla Volontà di Dio, se davvero questo convento dovrà essere un faro che attira e rimanda ed al tempo stesso una nave pronta a salpare nelle acque della vita ci manderà la Sua Provvidenza!

Mi costa molto quel che sto per dire ... ho sempre chiesto per gli altri: per le missioni, per gli alluvionati, per i terremotati... ora mi tocca con umiltà chiedere, in tempo di forte crisi, per il convento!

Perdonatemi se oso!

Recita la preghiera dell' uomo semplice di s. Damiano in Assisi "Dai e dai con il tuo sudore una pietra dopo l'altra in alto arriverai..."Salviamo questo Luogo dell'anima! Laudato sii o mio Signore per chi mi darà una pietra ed anche per chi me le tira!

S. Francesco e la Vergine Maria vi custodiscano e vi benedicano!

 

Buona Pasqua di Risurrezione con affetto p. Renato

 

continua...

 

 

La Spezia, 21 marzo 2013 - Frana divide in due il paese di Monterosso

Monterosso è stata tagliata in due da una frana di grosse dimensioni che si è abbattuta sulla strada che collega la parte vecchia con la parte nuova del paese delle Cinque Terre.

Questa notte attorno alle 2 la frana si è staccata dal convento dei Frati cappuccini. Fortunatamente non ci sono stati feriti.

Sul posto sono intervenuti la protezione civile e i vigili del fuoco della Spezia, che hanno organizzato un collegamento via mare tra le due parti del paese.

Torna dunque l'emergenza frane alle Cinque Terre, proprio a Monterosso già duramente colpita dall'alluvione del 25 ottobre 2011.

 

 21 marzo 2013, e-m@il da fra Renato

 

continua...

 

 

Ospiate di Bollate, marzo 2013

 

continua...

 

 

 

 

da Manarola

 

8 marzo 2013

da Manarola alla Romania

 

Ecco le foto appena arrivate dalla Romania che documentano la consegna dei cappellini, sciarpe e maglioncini nelle Missioni delle Piccole Figlie del Sacro Cuore. In questo inverno gelido non ancora terminato, questi capi di lana colorati sono stati provvidenziali per bambini e ragazzi bisognosi. Sicuramente hanno scaldato anche i loro cuori sapendo che alcune persone hanno lavorato con impegno per parecchio tempo, per fare un regalo caldo a ciascuno di loro. Rinnoviamo il "GRAZIE" alle DONNE DI MANAROLA che da anni confezionano con amore questi manufatti per consegnarli a noi per riscaldare i " nostri Poveri". Grazie anche ai nostri Volontari che lavorano ai ferri e all'uncinetto, non facendo mancare il loro sostegno.

 

- foto -

 

 

 

  dalle zone Terremotate

 

7 Febbraio 2013, dall'Avis di San Giacomo delle Segnate

Ciao Ornella, come state, noi tutto bene, allora ho incominciato a spendere i soldi che ci avete dato, per adesso ho speso una prima trance, poi piano piano incomincio a spendere gli altri, le spese già fatte sono buoni pasto, asilo, trasporto, sono tutte spese nell'ambito scolastico e sono tutte registrate dal comune così voi o anche quelli che hanno contribuito possono verificare.
comunque siete stati troppo gentili, avete fatto veramente tanto x noi.
ultima cosa, la famiglia che abbiamo dato il camper  ha terminato di  usarlo la sett scorsa, finalmente gli hanno costruito la casetta in legno.
fra una decina di giorni, dovremmo portarlo ad una famiglia di Concordia, che sono fuori e sono in 5, almeno cosi i 2 ragazzi grandicelli possono dormire nel camper e cosi stanno un po + larghi.
grazie ancora di tutto e a presto sperando di vederci ancora.
ciao
Massimiliano
AVIS SAN GIACOMO DELLE SEGNATE

 

2012

 

da Sale, dicembre 2012

  

Auguri dalle "Piccole Figlie del Sacro Cuore di Gesù"

  

   

 

   

dicembre 2012

  

Auguri da Fra Renato

   

  

 

novembre

 

Il Notiziario                             Venerdì 9 novembre 2012

 

Settegiorni                               Venerdì 2 novembre 2012

   

 - le foto -

  

   

   

e-m@il da Fra Renato

  

25 ottobre Monterosso si ferma a ricordare la tragedia dell'alluvione alle 5 terre e dintorni e per ringraziare tutti !
 

25 ottobre 2011

è una data che rimarrà scolpita nel mio cuore e nella storia del paese di Monterosso.
Come rimarrà scolpita a futura memoria la forza e l'abnegazione della popolazione e di tutti gli amici che ci sono venuti in aiuto per uscire da questa tremenda tragedia!
Voglio esprimere ancora una volta con commozione il mio più sincero grazie, anche a nome della popolazione, per tutti coloro che con sostegno morale, materiale , spirituale ci hanno sostenuto!
Lo voglio fare attraverso le parole di un amico che trovate in allegato.

Pace e bene con gratitudine p. Renato

 

clicca sull'immagine per ingrandirla 

    

    

     

ottobre 2012

Il Notiziario di Bollate               Venerdì 19 ottobre 2012

  

    

  

  

agosto 2012

 

  
  

luglio 2012  

  

testo e foto

   

 

  giugno 2012

  • venerdì 15 giugno

  

 

   

  

e-m@il  1 aprile 2012


da Fra Renato, 8°centenario di S. Chiara


Pace e bene son appena tornato dalla celebrazione delle palme dal Monastero delle Sorelle povere di S. Chiara.
Mando la loro preghiera e benedizione nel giorno in cui abbiamo ricordato S. Chiara -da noi vissuto ad Assisi- lascia la casa paterna ed il mondo per abbracciare "Madonna Povertà" raggiungendo Francesco alla Porziuncola. Ho raccontato del ns pellegrinaggio.   Laus Deo !
pace e bene p. Renato


Buona domenica delle palme e buona settimana santa !

Monastero S. Chiara

Via I Maggio 26

16040 Leivi GE

 

  

 gennaio

Limoni della Solidarietà

   

Al Centro Assopromi di Via Garibaldi 52 a Bollate sono arrivati, per la seconda volta in pochi giorni, i bellissimi e profumatissimi limoni delle Cinque Terre... (leggi tutto)

   

(clicca sull'immagine per ingrandirla)

  

 

 

2011 

 

 e-m@il 21 dicembre 2011

 

Grazie a tutti ! 

da Monterosso, scrive Fra Renato

 

Carissimi tutti fratelli ed amici,
non ho parole per esprimere il mio più sincero e grato GRAZIE per il vostro straordinario gesto di solidarietà.
Segno di grande umana generosità come è tipico del cuore sensibile italiano e cristiano in particolare, nella condivisione della carità: un cuore sempre  pronto a battere il passo soprattutto nelle difficoltà per dare una mano con il sorriso sul volto illuminato dal gran Sole di Dio che  protegge e dà la forza per intervenire  là dove c'è bisogno!
Molte persone, che hanno contribuito in vari modi, non le conosco personalmente. Vi prego di volere allargare il mio messaggio di ringraziamento a nome di tutti i Monterossini. La situazione qui è ancora molto triste e drammatica come si presenta agli occhi ed al cuore.
Metà paese è ancora sfollato ed in zona rossa. L'impressione è quella che tutto si sia fermato con uno scenario generale di case sventrate in ogni via...
Ho ottenuto che il tendone Protezione Civile, che le autorità volevano togliere al 15 dicembre ... potesse rimanere almeno fino al 25 dicembre per condividere la cena ed il pranzo di Natale ed ovviamente anche la messa in questo luogo, unico spazio che ci ha visti diventare una grande famiglia.
Vi abbraccio uno ad uno con il cuore commosso ringraziando tutti!

Con affetto auguro pace e bene
padre Renato Brenz Verca dei frati cappuccini

 

- testimonianza fotografica -

  

    

da Monterosso, 14 dicembre 2011

gli Auguri di Padre Renato

 

   

e-m@il 14 novembre 2011

 

da Monterosso, scrive Fra Renato


Carissimi tutti, non ho parole, ma solo commozione di fronte alla vostra solidarietà fatta di un cuore infinito che tocca il Cielo, una vera carità cristiana ! Ho le lacrime agli occhi...perchè ho trovato tanti fratelli e sorelle, anche non conosciuti direttamente, che tramite la mia povera persona si son attivati. Ma dietro ci son tante preghiere che sostengono, lo sento forte da subito, ma anche in particolare  la presenza di Maria che mi ha aiutato, ma ha salvato il paese da molte vittime calcolando la gravità del disastro. Ho diversi episodi che lo confermano....
Per ora vi abbraccio aspettandovi a Monterosso in tempi migliori.
Con tutto il mio affetto offro preghiere per ciascuno di voi
p. Renato

 

  

  e-m@il 07 novembre 2011

  

Un saluto dal convento di Monterosso al Mare

scrive Fra Renato

  

Carissimi tutti,

mi han chiesto di inviare uno scritto sulla calamità naturale che ha colpito a Monterosso e non solo, come sapete.

 ... continua ...

 

- le fotografie dopo l'alluvione -

   

Chi desiderasse inviare aiuti tramite ASSOPROMI-onlus 

può versare la sua offerta sul nostro conto corrente

   

Banca Popolare di Milano

   

c/c n° 761

CIN. T  ABI 05584    CAB 20102

IBAN: IT 93 T 05584 20102 000000000761

 

Importante specificare sempre la Causale: 

PRO ALLUVIONE MONTEROSSO (padre Renato)

 

 

e-m@il 19 febbraio 2011

  

da Monterosso, scrive Fra Renato


Carissima Ornella, desidero ringraziare te ed il gruppo Assopromi per la grande sensibilità fatta di cuore, passione, stanchezza, fatiche ecc, ma tutto per amore di
fratelli più poveri! Personalmente vorrei incoraggiare e prego che il Signore doni sempre energie nuove e un'iniezione di carica  per continuare in quest'opera nella quale vi ha messo!  Se comincia un'avventura è per portarla avanti! 
Sappiate che quando avete bisogno di riposare o pregare, il convento vi reclama. Ma vi aspetto sempre tutti col cuore aperto.
Il Signore, s. Francesco e la Vergine Maria vi benedicano sempre! 

Con affetto p. Renato pace e bene 

   

 

  

  

   

e-m@il 28 febbraio 2011

   

dal Convento delle Suore del Cenacolo - Montauto di Anghiari (Arezzo)

    

Carissimi, 

grazie perchè vi siete dati da fare anche per noi con l’invio di materiale da cucina per il nostro convento.

Quando ho ricevuto la mail della proposta che intendete fare anche per Pasqua per raccogliere fondi, ho pensato al vostro  infaticabile impegno per i più sfortunati e ne ho gioito, nel constatare che  ci sono persone come voi nella nostra sballata società - dei veri giusti - che non si risparmiano e prendono sul serio la quarta beatitudine: " Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia saranno saziati".

Voi non aspettate che sia Dio a saziare un giorno, ma già fin d'ora ponete dei segni di quella sazietà che Dio donerà in pienezza alla fine dei tempi.

il Signore vi doni le Sue benedizioni e vi ricompensi come Lui solo sa fare.

Vi abbraccio e vi prego di estendere un ringraziamento a tutti i volontari di Assopromi onlus.

 

Suor Germana

 

 

[ Chi siamo... | Dallemissioni | Progetti | AttivitaAppuntamenti | Per contribuire... | Link utili | Riconoscimenti | InterventiDiretti | Info5perMille | Home